mercoledì 28 aprile 2010

How should Europe to Greece?
The insistent question that dominates the media is the opposite.
Yet, in Paris, the Louvre, in front of the Nike of Samothrace, and the thousand masterpieces even inspired by the world greek my wife and I are convinced that the issue should be reversed.
The economic rigor can not be a stronger underlying value than the huge cultural debt which we all Europeans citizens have to Greece.
Europe is and should be something greater than its monetary union.
Europe only careful accounts will never have a soul, a breath: will never have life. How much devastation we Europeans (Italians and Germans) have done to Greece as soon as 50 years ago.
Even in purely economic terms: how many museums in the continent attract thousands of tourists (and euros) thanks to the wonders on display in their rooms!
Hence the idea of a proposal perhaps unrealistic:

in front of masterpieces, that far from their homeland beautify our capitals, to open subscriptions to collect donations for the consolidation of Greece.

Maybe not enough to change the fortunes of the economy. But it could at least partly change the collective feeling and to feel to the Greeks our closeness as European citizens.

martedì 27 aprile 2010

Quanto deve l'Europa alla Grecia?
La domanda insistente che campeggia sui mezzi di informazione è opposta.
Eppure, a Parigi, al Louvre, di fronte alla Nike di Samotracia, e ai mille capolavori anche solo ispirati dal mondo greco mia moglie ed io ci siamo convinti che la questione andasse rovesciata.
Il rigore non può essere un valore fondante più forte del debito culturale enorme che abbiamo tutti noi europei nei confronti della Grecia.
L'Europa è e deve essere qualcosa di più grande della sua unione monetaria.
L'Europa attenta solo ai conti non avrà mai un' anima, un respiro: non avrà mai vita.
Quante devastazioni noi Europei (Italiani e Tedeschi) abbiamo inflitto alla Grecia appena 50 anni fa. E anche in termini squisitamente economici: quanti musei nel continente attirano migliaia di turisti (ed euro) grazie alle meraviglie esposte nelle loro sale!
Da qui l'idea di una proposta forse velleitaria:

di fronte ai capolavori assoluti, che lontano dalla loro terra d'origine abbelliscono le nostre capitali, aprire sottoscrizioni per raccogliere offerte libere per il risanamento dei conti della Grecia.

Forse non sarà sufficiente a cambiare le sorti dell'economia. Ma penso potrebbe almeno in parte cambiare il sentimento collettivo e far sentire ai Greci la nostra vicinanza di cittadini d'Europa

Mario,
Genova.

Di seguito capolavori greci ospiti in Europa


Firenze (Museo Archeologico) - Wikipedia

Monaco di Baviera (Gliptoteca) - Wikipedia

Parigi (Louvre): Nike di Samotracia -Wikipedia


Londra (British Museum): fregi del Partenone - Wikipedia